TangoItalia

Fabrizio de André

L'altro Fabrizio - HOME - The other Fabrizio


 

Cose che dimentico
Things I'm forgetting


 
C'é un amore nella sabbia
un amore che vorrei
un amore che non cerco
perché poi lo perderei

C'e un amore alla finestra
tra le stelle e il marciapiede
non é in cerca di promesse
e ti da quello che chiede

Cose che dimentico
cose che dimentico
sono cose che dimentico

C'e un amore che si incendia
quando appena lo conosci
un' identica fortuna
da gridare a due voci

C'e un termometro dei cuore
che non rispettiamo mai
un avviso di dolore
un sentiero in mezzo ai guai

Cose che dimentico
sono cose che dimentico

Qui nel reparto intoccabili
dove la vita ci sembra enorme
perché non cerca più e non chiede
perché non crede più e non dorme

Qui nel girone invisibili
per un capriccio del cielo
viviamo come destini
e tutti ne sentiamo il gelo
il gelo
e tutti ne sentiamo il gelo

C'e un amore che ci stringe
e quando stringe ci fa male
un amore avanti e indietro
da una bolgia di ospedale

Un amore che mi ha chiesto
un dolore uguale al mio
a un amore così intero
non vorrei mai dire addio

Cose che dimentico
sono cose che dimentico

Qui nel reparto intoccabili
dove la vita ci sembra enorme
perché non cerca più e non chiede
perché non crede più e non dorme
non dorme

Qui nel girone invisibili
per un capriccio dei cielo
viviamo come destini
e tutti ne sentiamo il gelo, il gelo

Viviamo come destini
e tutti ne sentiamo il gelo, il gelo

Sono cose che dimentico
sono cose che dimentico
cose che dimentico
sono cose che dimentico.
There is a love in the sand
a love that I would like to have
a love that I do not try
because then it would lose

There is a love of the window
between the stars and the sidewalk
it is not looking for promises
and you'll be the one who asks

Things I forget
things I forget
are things that I forget

There is a love that will ignite
when you just know him
an 'identical fortune
to shout in two voices

There is a thermometer of the heart
we do not respect ever
a notice of pain
a path in trouble

Things I forget
are things that I forget

Here in the untouchables department
where life seems huge
because it no longer seeks and does not ask
because it no longer believes and does not sleep

Here in the group invisible
for a whim of the sky
we live as destinies
and everyone will feel the frost
the frost
and everyone will feel the frost

There is a love that binds us
and tightens when it hurts
love back and forth
from a pit of hospital

A love that I asked
a pain similar to mine
to a love so full
I would never say goodbye

Things I forget
are things that I forget

Here in the untouchables department
where life seems huge
because it no longer seeks and asks
because he no longer believes and does not sleep
does not sleep

Here in the invisibles group
for a whim of the sky
we live as destinies
and all we feel the frost, the frost

We live as destinies
and all we feel the frost, the frost

These are things that I forget
are things that I forget
things I forget
are things that I forget.

Le parole di questa canzone cantata insieme al figlio Christian sono di Faber... secondo me si vede tantissimo. la sua impronta è visibilissima, è il suo modo di scrivere, di comunicare. cristiano stesso ha raccontato la storia di questa canzone. il padre scrivendola aveva pensato ad un suo amico genovese, poeta, malato di aids ...

Quello che è straziante secondo me è il ritornello. il reparto intoccabili. dove intoccabile è inteso proprio come persone che non si toccavano, perchè l'ignoranza sull'aids era tanta e si aveva paura del contagio con il semplice contatto fisico. il girone invisibili... bè parla da solo. la ghettizzazione di queste persone esiste oggi.. figuriamoci anni fa ...

Splendida.


The words of this song sang with his son Christian are from Fabrizio ... I think you see a lot. His footprint is highly visible, it's his way to write, to communicate. Christian himself has told the story of this song. The father had thought of writing it to a friend of his a Genoese poet, who suffers from AIDS ...

What is heartbreaking to me is the chorus. The untouchables department. Where is untouchable exactly understood as people who you did not touch, because there was so much ignorance on AIDS and everybody was afraid of infection with the simple physical contact. The invisible group ... Well it speaks for itself. The ghettoization of these people exist today .. let alone years ago ...

Beautiful.

translation Enrico Massetti

L'altro Fabrizio - HOME - The other Fabrizio