TangoItalia

Fabrizio de André

L'altro Fabrizio - HOME - The other Fabrizio


 

Monti di Mola

The Mountains of Mola

In li Monti di Mola
la manzana
un’aina musteddina era pascendi

(Sui Monti di Mola
la mattina presto
un’asina dal mantello chiaro stava pascolando)

in li Monti di Mola
la manzana
un cioano vantarricciu e moru
era sfraschendi

(sui Monti di Mola
la mattina presto
un giovane bruno e aitante
stava tagliando rami)

e l’occhi s’intuppesini cilchendi ea ea ea ea
e l’ea sguttesida li muccichili cù li bae ae ae

(e gli occhi si incontrarono mentre cercavano acqua
e l’acqua sgocciolò dai musi insieme alle bave)

e l’occhi la burricca aia
di lu mare

(e l’asina aveva gli occhi
color del mare)

e a iddu da le tive escia
lu Maestrale

(e a lui dalle narici usciva
il Maestrale)

e idda si tunchià abbeddulata ea ea ea ea

(e lei ragliava incantata ea ea ea ea)

iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae

(lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae)

- Oh bedda mea
l’aina luna
la bedda mea
capitale di lana

(Oh bella mia
l’asina luna
la bella mia
cuscino di lana)

oh bedda mea
bianca foltuna –

(O bella mia
bianca fortuna-)

- Oh beddu meu
l’occhi mi bruxi
lu beddu meu
carrasciale di baxi

(O bello mio
mi bruci gli occhi
il mio bello
carnevale di baci)

lu beddu meu
lu core mi cuxi -

(oh bello mio
mi cuci il cuore –)

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

(Amore grande
di prima volta
l’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto)

Amuri steddu
di tutte l’ore
di petralana lu battadolu
di chistu core

(amore bambino
di tutte le ore
di muschio il battacchio
di questo cuore)

Ma nudda si po’ fa nudda
in Gaddura
che no lu ènini a sapi
int’un’ora

(Ma nulla si può fare nulla
in Gallura
che non lo vengono a sapere
in un’ora)

e ‘nfattu una ‘ecchia infrasconata fea ea ea ea
piagnendi e figgiulendi si dicia cù li bae ae ae

(e sul posto una brutta vecchia nascosta tra le frasche
piangendo e guardando diceva fra sé con le bave alla bocca)

-Beata idda
uai che bedd’omu
beata idda
cioanu e moru
beata idda

(Beata lei
mamma mia che bell’uomo
beata lei
giovane e bruno
beata lei)

sola mi moru
beata idda
ià ma l’ammentu
beata idda
più d’una ‘olta
beata idda
‘ezzaia tolta –

(io muoio sola
beata lei
me lo ricordo bene
beata lei
più d’una volta
beata lei
vecchiaia storta –)

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

(Amore grande
di prima volta
l’ape ci succhia tutto il miele di questo mirto)

Amuri steddu
di tutte l’ori di petralana lu battadolu
di chistu cori

(amore bambino
di tutte le ore
di muschio il battacchio
di questo cuore)

E lu paese intreu s’agghindesi
pa’ lu coiu
lu parracu mattessi intresi
in lu soiu

(Il paese intero si agghindò
per il matrimonio
lo stesso parroco entrò
nel suo vestito)

ma a cuiuassi no riscisini
l’aina e l’omu
chè da li documenti escisini
fratili in primu

(ma non riuscirono a sposarsi
l’asina e l’uomo
perché ai documenti risultarono
cugini primi)

e idda si tunchià abbeddulata ea ea ea ea
iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae.

(e lei ragliava incantata ea ea ea ea
lui le rispondeva pronunciando male ae ae ae ae.)

In li Monti di Mola
la manzana
un’aina musteddina era pascendi

(On the Monti di Mola
one early morning
a donkey with the clear coat was grazing)

in li Monti di Mola
la manzana
un cioano vantarricciu e moru
era sfraschendi

(On the Monti di Mola
one early morning
a handsome and brown young man
was cutting branches)

e l’occhi s’intuppesini cilchendi ea ea ea ea
e l’ea sguttesida li muccichili cù li bae ae ae

(And their eyes met as they were looking for water
and water dripped from the faces together with burrs)

e l’occhi la burricca aia
di lu mare

(And the donkey had eyes
color of the sea)

e a iddu da le tive escia
lu Maestrale

(And from him went out through the nostrils
the Mistral)

e idda si tunchià abbeddulata ea ea ea ea

(And she brayed enchanted ea ea ea ea)

iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae

(He responded by saying badly ae ae ae ae)

- Oh bedda mea
l’aina luna
la bedda mea
capitale di lana

(Oh my lovely
the donkey color of the moon
the my beautiful
cushion of wool)

oh bedda mea
bianca foltuna –

(O my beauty
white fortune)

- Oh beddu meu
l’occhi mi bruxi
lu beddu meu
carrasciale di baxi

(O my dear
you burn my eyes
my beautiful
Carnival of kisses)

lu beddu meu
lu core mi cuxi -

(Oh my dear
you sew my heart -)

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

(Great love
First time love
the bee sucks all the honey from this myrtle)

Amuri steddu
di tutte l’ore
di petralana lu battadolu
di chistu core

(child love
of all the hours
of moss is the striker
of this heart)

Ma nudda si po’ fa nudda
in Gaddura
che no lu ènini a sapi
int’un’ora

(But nothing you can do nothing
in Gallura
that everybody does not come to know
in one hour)

e ‘nfattu una ‘ecchia infrasconata fea ea ea ea
piagnendi e figgiulendi si dicia cù li bae ae ae

(And on the place a bad old woman hidden among the branches
crying and looking said to herself with her mouth with sharp edges)

-Beata idda
uai che bedd’omu
beata idda
cioanu e moru
beata idda

(Lucky her
my mom how handsome man
lucky her
young and brown
lucky her)

sola mi moru
beata idda
ià ma l’ammentu
beata idda
più d’una ‘olta
beata idda
‘ezzaia tolta –

(I'll die alone
lucky her
I remember well
lucky her
more than once
lucky her
old retort -)

Amori mannu
di prima ‘olta
l’aba si suggi tuttu lu meli di chista multa

(Great love
First time love
the bee sucks all the honey from this myrtle)

Amuri steddu
di tutte l’ori di petralana lu battadolu
di chistu cori

(child love
of all the hours
of moss is the striker
of this heart)

E lu paese intreu s’agghindesi
pa’ lu coiu
lu parracu mattessi intresi
in lu soiu

(The whole village is decked
for the marriage
the same priest came
in his dress)

ma a cuiuassi no riscisini
l’aina e l’omu
chè da li documenti escisini
fratili in primu

(But they could not get married
the donkey and the man
because from the documents they were found to be
first cousins)

e idda si tunchià abbeddulata ea ea ea ea
iddu le rispundia linghitontu ae ae ae ae.

(And she brayed enchanted ea ea ea ea
he responded by saying badly ae ae ae ae.)

comment and translation by Enrico Massetti

Questa canzone è originariamente in un dialetto della Sardegna, dove De André ha vissuto per un certo numero di anni. La traduzione e' in parentesi ( ) è realizzata dalla versione italiana del testo riportato nelle note di copertina di Le Nuvole (presumibilmente da parte dello stesso De André).

"Monti di Mola" è la denominazione della Costa Smeralda in dialetto gallurese, lingua in cui è cantato tutto il brano. In esso si narra di un amore insano e impossibile tra un giovane uomo e un'asina che si incontrano una mattina su questi monti. L'intero paese arriva persino ad organizzare il loro matrimonio, matrimonio che però non potrà essere realizzato, ma non per la differenza di specie quanto piuttosto per un problema legato alle pratiche burocratiche: secondo i documenti ufficiali i due risultano essere parenti.

(SDN)
« Ma a cuiuassi no riscisini
l'aina e l'omu
ché da li documenti escisini
fratili in primu »
(IT)
« Ma non riuscirono a sposarsi
l'asina e l'uomo
perché dai documenti risultarono
cugini primi »

Partecipa all'incisione del brano il gruppo sardo dei Tazenda, che effettua il controcanto nei ritornelli.


This song is originally in a dialect of Sardinia, where de André lived for a number of years. The translation in parenthesis ( ) is made from the Italian version of the text given in the liner notes of Le Nuvole (presumably made by de André himself).

"Monti di Mola" is the name of the Emerald Coast in the dialect of Gallura, the language in which it is sung throughout the song. In it Fabrizio tells of an insane and impossible love between a young man and an donkey that he meets one morning in these mountains. The whole village goes so far as to organize their marriage, but the marriage can not be achieved, but not for the difference in species but rather due to a problem with the paperwork: according to the official documents of the two turn out to be relatives.

(SDN)
« Ma a cuiuassi no riscisini
l'aina e l'omu
ché da li documenti escisini
fratili in primu »
(EN)
«But they could not get married
the donkey and the man
because from the documents they were found to be
first cousins »

Tto the recording of the song participated thw Sardinian group of Tazenda, making the counterpoint in the choruses.

L'altro Fabrizio - HOME - The other Fabrizio